Il Rapporto migliore tra illuminazione per la casa e risparmio energetico

Migliore illuminazione della casa e il risparmio energetico?

L’ambiente familiare e intimo e l’atmosfera confortevole sono le doti principali che contraddistinguono una casa accogliente. Per molti sarà impossibile da credere, ma si tratta di doti che solo un’ottima e corretta illuminazione può conferire all’ambiente domestico.

Buona e cattiva illuminazione

Per poter dotare la propria casa di una buona illuminazione, bisognerebbe conoscere le caratteristiche architettoniche della stessa in modo da aver ben chiaro come suddividere i diversi ambienti e soprattutto dove predisporre le fonti di luce. Infatti, erroneamente da quel che si crede, l’illuminazione domestica rappresenta un elemento molto importante della casa ed è quello che fa realmente la differenza.

Illuminare casa non significa solo fare luce, ma vuol dire creare una luminosità tale da soddisfare le esigenze di ogni spazio domestico e cercare, in base a questo, di ottimizzare il proprio impianto luci anche in termini energetici. In genere, uno degli errori più comuni che si compie è quello di pensare all’impianto di illuminazione solo quando il progetto della casa è già finito, invece bisogna pensare in anticipo alle disposizioni delle luci di casa, perché solo in questo modo si avrà luce dove serve davvero e senza rischiare di lasciare bui certi spazi o, peggio, di ottenere una cattiva illuminazione degli ambienti domestici.

Leggi anche: La cura della luce in cucina

Altro fattore importante è quello di non lasciarsi prendere dalle mode del momento per scegliere il tipo di lampade da installare in casa, perché non necessariamente possono rispondere in modo corretto ai propri problemi illuminotecnici, tanto che si potrebbe finire col peggiorare la situazione.solatube italia brightenup casa5

Risparmio energetico e luci domestiche

Per  questi motivi oggi si raccomanda di non risparmiare sulla scelta delle tecnologie luminose da impiegare in casa e di pensare di sfruttare soprattutto quelle tecnologie che permettono un considerevole risparmio energetico senza lasciarsi spaventare da eventuali onerosi costi iniziali, perché col tempo si verrà ripagati di tutti i soldi che si risparmieranno sulla bolletta elettrica.

Poiché la maggior parte delle stanze di casa racchiudono diverse funzioni all’interno dello stesso spazio, non avrebbe senso illuminare una stanza solo in modo generale: la luce deve poter variare e muoversi e per questo un impianto luci dovrebbe essere dinamico. Ciò significa che non ci si deve limitare a fare luce in un ambiente come la cucina, ma si devono illuminare il piano di lavoro, il tavolo da pranzo e i fornelli, ovvero si deve suddividere la luce nei diversi spazi che hanno necessità di godere di luci forti e dirette.

Una buona e corretta illuminazione deve riuscire a far percepire lo spazio che ci circonda, permettendo di frazionare la quantità di luce e di risparmiare sui costi dell’energia elettrica. A questo scopo oggi sono diventati disponibili in commercio sistemi di illuminazione a luce naturale, come il Solatube Daylighting System, ovvero veri e proprio impianti di luci che sfruttano a tutti gli effetti solo un unico tipo di energia, la luce del sole.

Catturandola dall’esterno, questi impianti immettono la luce solare in casa e ciò permette di usufruire di un’energia rinnovabile e gratuita, e permettono di dire addio per sempre all’uso della luce artificiale. L’utilizzo della luce del sole dentro casa si rivela benefico non solo per il portafogli ma anche per il fisico, perché la luce solare influisce anche sul proprio stato d’animo, facendoci sentire più vitali, ottimisti e sicuri di sé.

La luce costituisce un fattore importante nell’arredamento degli interni di un’abitazione e oggi il mercato offre una tale vasta gamma di tipi di lampade e di soluzioni di illuminazione diverse che è difficile sapere quale sarebbe meglio adottare per la propria casa.

Come devono essere le luci di casa

Le caratteristiche e le qualità e i difetti di qualsiasi tipo di arredamento domestico vengono  messi in risalto dal tipo di illuminazione scelta per la propria casa. Dalla luce diretta alla luce soffusa fino alla classica luce generale, in casa si hanno diverse esigenze da  esaudire per poter dotare ogni ambiente domestico della giusta illuminazione.

La scelta delle luci, infatti, dipende dalle funzioni che ogni stanza andrà a ricoprire, per questo quando si decide di ristrutturare casa è consigliabile progettare la sistemazione di lampade e lampadari nonché la disposizione dei diversi punti luci di cui ha bisogno ogni spazio per essere illuminato correttamente. Nella sistemazione delle luci, bisogna tener conto che esistono cinque tipi principali di illuminazione che è possibile classificare a seconda del modello e del tipo di distribuzione della luce: diretta, indiretta, semidiretta, semindiretta e diffusa. Per capire la differenza basti pensare a una lampada e a un faretto: entrambe le soluzioni si rivelano ottime per ottenere una buona luce diretta, eppure allo stesso tempo possono creare abbagliamento se non sono usati insieme a una luce bassa che illumini il resto della stanza.

La luce semindiretta permette di creare un’illuminazione soffusa come quella dei lampadari, mentre la luce indiretta può essere utile per evidenziare un aspetto particolare della casa. In alcuni ambienti, come la cucina, è decisamente preferibile usare una luce diretta che non crei ombre, per esempio risulta molto utile fissare dei faretti o dei tubi fluorescenti sotto i pensili per rendere luminose le superfici di lavoro o anche la zona del lavello.

Guarda la gallery sulle installazioni Solatube in cucina

Inoltre, è possibile anche creare degli effetti colorati utilizzando paralumi o lampade a incandescenza oppure lampadine fluorescenti sfumate e anche le lampade a led: per esempio, i tubi fluorescenti colorati possono ricreare una tonalità di luce calda in soggiorno e risultano adatti per illuminare scaffali, tende e nicchie presenti in casa.

L'illuminazione naturale, al contrario, se utilizzata senza variazioni cromatiche, come ad esempio attraverso filtri o lenti colorate, accentua in maniera unica le dimensioni di un ambiente, ampliando gli spazi. Inoltre, con l'utilizzo dei diffusori e degli elementi decorativi Solatubela luce naturale viene diffusa omogeneamente in tutto l'ambiente eliminando gli angoli e i punti poco illuminati, senza creare ombre o riflessi e abbagliamenti, offrendo il massimo per ogni tipo di attività, dalla cucina, alla lettura, ogni piccolo elemento è ben visibile e più facilmente messo a fuoco dai nostri occhi. La luce naturale offre poi una naturalezza unica ai colori e li rende più facili distinguere chiaramente. 

Quando l’interruttore fa la differenza

L’illuminazione domestica non è solo quella diretta, ma bisogna considerare anche quella riflessa dai muri e dal soffitto: è importante tenere a mente che le superfici più chiare riflettono meglio la luce, mentre quelle scure tendono a trattenerla. A questo proposito per regolare l’intensità della luce in una stanza è possibile usare il dimmer, un regolatore di luce che funziona come se fosse un interruttore.

Per aumentare o ridurre la luce emessa da una lampadina, è sufficiente ruotare la manopola del dimmer o tener premuto il pulsante del regolatore: in questo modo si favorisce un reale risparmio energetico, dato che a un livello di luce più basso corrisponde anche una diminuzione della potenza della lampadina. Inoltre, insieme alla quantità cambia anche l’intensità della luce stessa, che diventa più calda man mano che la si riduce. Ciò fa comprendere come il dimmer sia un apparecchio molto più complesso e sensibile del normale interruttore elettrico, e perciò è consigliabile sceglierlo in funzione della lampada a cui dovrà essere applicato.

I dimmer usati in un impianto a luce naturale come il Solatube Daylighting System, per esempio, servono proprio per permettere di controllare la luce naturale che entra in casa attraverso l’impianto stesso. Il Solatube è un sistema di illuminazione a luce naturale, ovvero al posto della corrente elettrica usa la luce del sole: attraverso un impianto di condotti tubolari, la luce solare si riflette fino a propagarsi all’interno degli ambienti domestici in una quantità e un’intensità che potranno essere regolate proprio applicando degli appositi dimmer.

In questo modo non si rischierà l’abbagliamento né di creare zone d’ombra, ma tutti gli spazi della casa potranno godere della corretta illuminazione.

Per maggiori informazioni, compila il modulo di contatto posto a lato della pagina.

TOP

Questo sito utilizza cookies per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione agli utenti, secondo la Cookie Policy. Cliccando "Acconsenti" l'utente accetta detto utilizzo.